sabato 30 gennaio 2016

"Il SALOTTO della Locanda Appennino ": liquid intelligence and food experience

Ho fame.
Mi siedo, l'ambiente è piccolo ed accogliente, ma tanto quanto basta per sentirsi a casa...
Ho fame, ma uno di quegli attacchi di fame intellettuale, che mi porta prima a saziare la mia voglia di scrivere piuttosto che il mio palato. Sono curioso...

Si perchè la fame non  sempre è una " fame di stomaco", una necessità fisica... la fame è anche la voglia di scoprire, di provare, di mettersi in gioco e questo è proprio il posto giusto...
Sento che questo è un posto " che non ci sta ".

E' un Posto anticonformista, coraggioso, moderno e pieno di Arte.
Non parlo solo di quadri appesi ai muri, questo è un posto dove l' Arte cerca di esprimersi attraverso le mani di persone semplici, attraverso il gusto e le emozioni che essi provocano.
E'un covo di ispirazione, di innovazione e di un approccio diverso al Gusto.


Non è un bar e nemmeno un semplice ristorante, IL SALOTTO è qualcosa di più...

Il bancone è minimale ma quello che c'è sopra minimamente no.

E' un luogo di ricerca del sapore, che fa da spalla al decennale ristorante Locanda Appennino, situato nel centro storico di Umbertide a due passi dalla Piazza Centrale del paese in via Leopoldo Grilli.
Siamo in piena Umbria , nel cuore dell'Umbria Verde tanto apprezzata dal popolo straniero, da attori famosi e personalità di spicco della società finanziaria mondiale, i quali hanno deciso di investire milioni di dollari in ville da sogno e case vacanza.
Si perchè ci dicono che qui, loro " respirano ".  Come dargli torto...
Il Salotto è uno dei primi format di concezione moderna del cibo e del buon bere, che si avvale del tradizionale abbinamento cibo-vino, ma che va oltre.
Qui il cocktail è il padrone di casa, il re del convivio e lo strumento emozionale tra la forchetta e la sete.
E' un concetto di espressione, di ricerca del gusto che si avvale del concetto di intelligenza liquida.


" I cocktail sono problemi in cerca di soluzioni e c'è sempre un modo migliore per risolverli "         dice Dave Arnold nella prefazione del suo libro Liquid Intelligence ed è vero...
Ma quando la liquid intelligence che aiuta a ricercare il gusto perfetto del drink, si fonde alla food experience qui son "cavoli amari " tanto per restare in tema.
E ben vengano signori, qui ci sarà la voglia di trovare un perfetto abbinamento miscelato anche con quelli.


La musica suona immancabile nel locale, La tagliatella ai funghi porcini scorre con fierezza seguita dal suo inconfondibile profumo e mentre arriva all'affamato cliente nasce la magia...
La bollicina si agita nel freddo bicchiere, calmata da una cascata di odori di botaniche su cui prevale l'inconfondibile ginepro.
Non è un vino frizzante signori, è un Gin Tonic.
Per l'esattezza un Gin Tonic realizzato con acqua tonica Fever Tree e botanica Bunch americana, con bitter homemade al sottobosco (salvia , rosmarino, corteccia di china, tartufo e funghi porcini ).
E' questo il coraggio, è questa la sfida ed è questa la nuova frontiera del benestare.
La tagliatella sapientemente tirata a mano è sublime , pasta ruvida e ben porosa, a mio avviso perfetta.
Il porcino è fresco e profuma come appena colto,
Il grasso della noce di burro del soffritto si smorza al palato con il Gin Tonic che rinfresca e invoglia  ad un altro boccone.
Ovviamente immancabile nella classifica dei 10 piatti più ordinati al ristorante da Nord a Sud la tagliatella è un classico esempio di genuina italianità, (fortunatamente non come la Politica Corrotta e/o la Mafia con i quali gli italiani sono riconosciuti nel Mondo ).

E il Gin Tonic? Bèh, chi mi conosce lo sa bene.
Gin Tonic, tagliatella, coraggio e passione per il "bello " danno il via ad una nuova sfida, ad un nuovo format di piacere, aprono le porte alle percezioni più nascoste e nuove.
Come dice Fabrizio De Andrè nella sua " Bocca di Rosa".... " la passione spesso conduce a soddisfare le proprie voglie "... e TagliaTella Tonic è una di queste "voglie " tanto attese...
Anche se so già che "l'ira funesta delle cagnette" si scatenerà su di me, questo è un blog libero, che parla di Piacere e parla LIBERAMENTE di piacere.
Quindi, fatevene una ragione dall'inizio.
Sempre più libero che mai.

Vostro Simone Mariani ( Barman professionista )






                                                                                     P.S: Solo per oggi care Sentinelle vi concedo di mangiare in piedi, ma state sedute e insegnatelo ai vostri figli che mangiare in piedi... FA MALE!