sabato 21 maggio 2016

GIORNI 3 e 4

GIORNI 3 e 4 

CIBO ASSUNTO MERCOLEDI'

COLAZIONE: 4 o 5 fette di fette biscottate con miele, tazza di latte e caffè.
PRANZO: Riso 80 gr, pollo 180 gr, insalata 160 gr, peperoni (IO NO) 220 gr, frutta 100 gr.
MERENDA: prosciutto crudo magro 70 gr, pane integrale 50 gr.
CENA: tonno sott'olio 180 gr, frutta fresca 200 gr, funghi 300 gr.

Oggi è un giorno da ricordare per le mie numerose crisi isteriche.
Forse è stato il peggiore di tutti e ho urlato come un pazzo a chiunque mi rivolgesse parola, senza però perdere di vista l'obiettivo finale, il che questo è importante.
Mi sono rassegnato ad essere la Wanna Marchi di Civitavecchia oggi, con le occhiaie nere, bottiglia d'acqua al mio fianco per calmare la sete e pacchetto di sigarette alla mano.
Ho passato un intero giorno senza forze fisiche e mentali, che sono ritornate in tarda serata quando mi si è riacceso l'ormone.
Ma credetemi, anche quello fa fatica ad accendersi in questi giorni.
Mi manca il Gin Tonic, lo penso continuamente, credo che scriverò una lettera alla Regina Elisabetta.
Solo lei e pochi altri possono capirmi.




CIBO ASSUNTO GIOVEDI'

COLAZIONE: 4 o 5 fette di fette biscottate con miele, tazza di latte e caffè.
PRANZO: pollo 180 gr, pomodori 250 gr, frutta fresca 300 gr, carote 150 gr
MERENDA:  prosciutto crudo magro 70 gr, pane integrale 50 gr.
CENA: minestrone 200 gr, bresaola 120 gr, frutta fresca 200 gr.

Oggi son partito dal mare e mi sono diretto verso l'uragano che si stava scagliando nelle regioni del centro Italia perchè il lavoro mi chiama.
Mi sento bene oggi, non ho particolari attenzioni e fissazioni alimentari.
La prima cosa emozionante della giornata è avvenuta in superstrada quando in preda ad un attacco di fame, ho estratto la fesa di tacchino dal borsello e mi sono messo a farmi un panino mentre la macchina scorreva a velocità costante, controllata dal Cruise Control e dalle mie ginocchia.
Non mi accorgo in tempo dell'autovelox in lontananza: non ho frenato e quindi credo proprio che quello spuntino mia sia costato la bellezza di 180 euro e di 3 punti (non quelli della Conad per i coltelli di Masterchef).

Al lavoro la sete mi assale, e mi compiaccio finalmente con qualcosa fatta dalle mie mani e devo dire, che è stato piuttosto un ottimo palliativo temporale e gustativo:

VIRGIN MOJITO CON ZENZERO FRESCO E TE'VERDE MAROCCHINO ALLA MENTA
E ACQUA TONICA, SPOLVERATA DI CANNELLA ON THE TOP.



1) spremete un lime
2) aggiungete dello zucchero liquido
3) aprite i sapori della menta con delle leggere pressioni
4) fate lo stesso con lo zenzero fresco
5) aggiungete tè verde marocchino
6) mescolate
7) top di tonica e cannella.

Avanti si va, continuiamo così!
Presentando questo blog all'ospedale psichiatrico di Perugia avrete delle agevolazioni su posti letto e assistenza psicologica qualora ne sentiate l'esigenza.

Nessun commento:

Posta un commento